Blog: http://Ricciotti.ilcannocchiale.it

Così è

Sono quattro giorni che dedico completamente la mia
attenzione al lavoro; anche - purtroppo - in questi
due giorni di fine settimana. Importanti, certo.
Ma solo perchè altri - Loro - hanno attribuito al
sabato ed alla domenica una assiomatica rilevanza.
La solita ed usuale convenzione di linguaggio ed usi,
inseriti nella così detta tradizione.

Mentre mi aggiravo pensieroso per casa, con Pepetito
sempre appresso e miagolante (cosa avrai da miagolare,
micetto mio ...) sono anche transitato per la cucina dove
tre bottiglie di vino continuavano ad osservarmi.
Ma questa è una pura figura retorica; mi spiego.

Per qualche anno ho avuto l'onore di dialogare, senza
alcuna personale e fisica conoscenza, con una donna
assai distante nello spazio; una persona che continuo e
continuerò a serbare nella mia anima e memoria.
Una donna intelligente, generosa ed abbastanza
riflessiva; ho un paio di riserve su di lei quali una
certissima aggressività verbale ed una elastica propensione
ad equivocare anche i richiami ai luoghi comuni, personalizzandoseli.
Ma era un processo in divenire; lo avevo compreso da qualche
tempo ed aspettavo solo di vedere quando la rottura sarebbe giunta.
Forse un naturale epilogo, visti i due attori in scena.

Ebbene, oggi mi sono deciso; ho stappata una delle tre bottiglie
da lei inviatemi per il mio recente compleanno. E non ne aveva
alcun dovere od obbligo. Puro atto di sua dispendiosa generosità.

Mentre sono qui a lavorare (ed ho strappati al lavoro alcuni
minuti per scrivere queste righe), ho dedicato un brindisi giulivo
e gentile a questa donna.
E senza alcun mio acefalo retropensiero.

Tutto chiuso; tutto archiviato.


Alf

Pubblicato il 22/9/2019 alle 12.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web