Blog: http://Ricciotti.ilcannocchiale.it

Giusto per

Io non voglio trovare i tuoi calzini, le tue mutande ed il tuo reggiseno,
dentro la mia lavatrice. Io voglio spolverare le mensole in casa mia
una volta all'anno, e spazzare il pavimento solo se mi va.
Voglio girare nudo per casa in estate, senza dovermi vergognare
delle mie ferite, delle mie cicatrici e dei miei peli sul petto;
e se mi sento triste, voglio rifugiarmi nell'angolo più buio della casa,
ascoltando Chopin o Vivaldi con la sola compagnia di Pepetito
ed Ettore.
Mi piace fare all'amore con te perchè sei bella e sensuale.
Ma alla fine, ognuno a casa sua; e non mi importa se debbo
tornare alla mia stamberga mentre piove e fa freddo.
Mi piace dormire da solo e poter scureggiare in pace, senza
dovermi trattenere alla tua imbarazzata - ed imbarazzante -
presenza.
Non voglio discutere sulle mie passeggiate lungo i viali di Roma
persi nella architettura metafisica del Piacentini; e desidero farlo
nel pieno silenzio, assaporando tutta la mia libertà.
Voglio mangiare pasta e verdure; ed ubriacarmi senza alcun
ritegno se quel vino rosso mi garba parecchio.
E se tu non mi dovessi piacere più, voglio poterti lasciare senza
doverti chiedere di liberare i miei armadi dalla tua roba.

Od i tuoi, dalla mia.


Alf

Pubblicato il 26/6/2018 alle 7.27 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web