.
Annunci online

Ricciotti
Neo Zotico Inferiore


Diario


11 febbraio 2017

Lungimiranza

Alla tua nascita, tuo padre ebbe a
piantare una ghianda affinchè la
quercia che ne crebbe e maturò,
potesse offrirti - al momento opportuno -
il suo ramo più vigoroso e forte al quale
impiccarti.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 11/2/2017 alle 20:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 gennaio 2017

Favolette

La bambina non riusciva a prendere sonno; allora io la misi
nel basso letto, le rimboccai le coperte, mi sedetti per terra
ed accesi il fioco lumino del suo comodino.
E mi inventai una storia; tutta per lei.

"Tanti tanti anni fa, mi recai nella terra di Finlandia per lavoro;
alloggiavo in un minuscolo albergo proprio ai confini di un piccolo
paesello pieno di minuscole e grandi case e casette di legno e
piccoli mattoncini rossi. Me lo ricordo bene, quel luogo:
Le persone avevano - ed ancora hanno, voglio sperare - tratti
gentili e voci musicali. Non strillavano mai e le loro risate erano
dolci ed argentine. Ed ancora le hanno, voglio sperare.
Venne quindi una di quelle serate un poco strane, quando senti
un certo disagio e per quanto tu ti possa adoperare per
distrarti o fartelo passare, non ottieni alcun risultato. Presi
quindi la via appena fuori del piccolo albergo e cominciai
a seguirla.
Un mio caro vecchio amico - un Hobbit della Contea ... a proposito,
ti ho mai parlato degli Hobbit? No? Lo farò, ricordamelo - questo
mio carissimo Hobbit era solito avvertirmi che "La Via corre
sempre; e fila veloce fuori dall'uscio dal quale parte". Ah, se lo
avessi ascoltato! Ma quella sera, dovevo uscire. Dovevo.
Camminando lento e spedito, spedito e lento, arrivai lungo una
ampia strada di bianchi ciottoli; a volte dritta, talvolta curva, nel
bel mezzo di una foresta di aceri e betulle. Ricordo che, sebbene
fosse ormai notte fonda, il mio cammino e gli immediati dintorni
erano illuminati da una splendente e soffusa Luna Blu.
Io camminavo e camminavo lento e spedito, spedito e lento lungo
la bianca e picchiettata strada. A volte dritta, talvolta curva, nel
bel mezzo di una foresta di aceri e betulle, quando dalla oscurità
della foresta alla mia sinistra, una voce profonda come l'abisso
di una caverna tra i più svettanti monti e dolce come un flauto
accompagnato da un'arpa appena sfiorata, mi chiamò: "Alfredo,
fermati un momento. Sono un Drago. L'ultimo. Non aver paura".

Ed io smisi di raccontare questa mia storia.
La bambina, si era addormentata.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 30/1/2017 alle 21:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


23 gennaio 2017

A proposito di tre passerotti ed un pettirosso

Presso la fermata degli autobus nel piazzale antestante il
Pronto Soccorso del Policlinico Tor Vergata, fra il grigio
dell'asfalto ed il grigio malamente coperto di vernice bianca
dell'acciaio di alcune transenne, tre passerotti ed un pettirosso
sono soliti fare la loro ricerca di poche molliche lasciate cadere
da coloro che transitano. Una ricerca fatta con uccellesca
discrezione.

Sono così bellini; il pettirosso un paio di volte si è anche
esibito in una sinfonia melodiosa.

Ora, dato che la mia giornata comincia dando del cibo
quasi ad ogni essere vivente che incontro ed essendomi
venuta a mancare una amorevole gattina randagia che
mi accoglieva la mattina e la sera (infausto evento che sta
contribuendo alla mia stanchezza nel vivere) giusto due mesi
fa, allora mi sono infilato una confezione di crackers, un tozzo
di pane, gli avanzi di un cornetto nello zaino e li sbriciolo
ogni mattino alle 6:10 per l'uccellame di cui sopra.
Con mia somma soddisfazione e gioia.

E nel pensier mi fingo che, da alcuni giorni, mi aspettino pure.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 23/1/2017 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


16 gennaio 2017

SCIOPERO nelle Telecomunicazioni

In seguito alla rottura completa delle trattative tra sindacati
e confindustria sul rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro
del comparto Telecomunicazioni, è proclamato - per tutte le
aziende del settore - un preliminare giorno completo di
sciopero nazionale il  1° Febbraio 2017.

Altre attività di agitazione seguiranno.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 16/1/2017 alle 13:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


13 gennaio 2017

Numeri

I numeri; gli asettici e meravigliosi numeri.
Io li adoro, i numeri.

Quando riassumo il comportamento di una persona all'interno
di un intervallo statistico, e tale riassunto mi fornisce almeno
un risultato che traguardavo, quei numeri li amo ancora di più.
Che sia un Equilibrio di Nash od un Bilanciamento di Harsanyi
e Selten, quando ne ho costruiti i sistemi lineari di equazioni
ed osservo le curve di interpolazione convergere negli intorni
delle soluzioni del vostro massimo egoismo, allora - soddisfatto -
mi accendo mezzo sigaro Toscano e mi verso la mezza bottiglia
di Franciacorta che mi sono meritata.

Soltanto fra di voi potete fregarvi.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 13/1/2017 alle 21:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 gennaio 2017

Ragù e tortelli

Una di queste sere; una di quelle sere nella quale uno
avrebbe bisogno semplicemente di un poco di amore.
Non di sesso. Di Amore.
Allora che si fa? Io mi preparo un ragù.
Metto a rosolare 150gr di carne macinata a crudo,
per darla ad Ettore e Pepetito; non sia mai che se la pappino cruda.
Poi la spadello e la metto da parte per l'indomani.
Gli altri 150gr, li aggiungo al soffritto di sedano, carote e cipolla
ed un singolo spicchio di aglio, tritati finemente al coltello.

Sono molto bravo nel farlo.

Dopo 20 minuti, aggiungo la passata di pomodoro e faccio
cuocere per altri 30 minuti. A fiamma molto bassa, aggiungendo
un dito di vino bianco o rosso (quello che mi ritrovo, insomma)
ed un mezzo bicchiere d'acqua.
Giusto per non far bruciare nulla.

Il ragù infine è pronto; me lo servirò domani con 3 etti di
tortelli o fusilli. Meglio i tortelli, però; ai funghi porcini.
Ed il bisogno di un poco di amore scivola via.

Semplicemente; inesorabilmente.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 9/1/2017 alle 19:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 gennaio 2017

Di lucciole e lanterne

Coloro che credono nel dio dei semiti, riconoscono
che la vendetta sia preogativa del loro dio.
Che nessun essere vivente parte del loro culto, possa
quindi arrogarsi il diritto di esercitare tale rivalsa.

E' banale considerare - nella ancora più banale filosofia -
l'ennesima forma di ipocrisia che si cumula nelle condotte
morali e pseudo-intellettuali dei credenti; ma ormai le tossine
che accumulano in loro, li hanno avvelenati da tempo.

Fatto sta che un ex-prete che conosco, ieri mi ha confidato:
"In Siria hanno risolto più le bombe dell'Armata Rossa di
Putin, che tutte le chiacchiere ed il blaterare di Bergoglio".


E si; scrivere e dire "Clochard" è più elegante e mantiene
maggiormente le distanze che intendere "Disperato".
Così da non guastare le vacanze ed i viaggi vostri e
delle vostre peripatetiche.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 7/1/2017 alle 20:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


2 gennaio 2017

E comunque ...

Buon Anno  306°  a tutti.
Per me contano soltanto i numeri primi.
Sono spiacente; veramente addolorato.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 2/1/2017 alle 17:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


26 dicembre 2016

Natale cristiano 2016, et alia

E' terminato il periodo della benevolenza imposta.
L'ultima occasione, per questo 2016.
Da domani, si torna al solito comportamento; non
mi direte che siete diventati veramente cristiani?
Cosa c'è? Cosa è successo? Non riuscite più
a scrollarvi di dosso la bontà? La vostra architettura
psichica è definitivamente cambiata?
Dovremo veramente passare le prossime migliaia di
anni senza prepotenze, soprusi, violenza, aggressioni,
opportunismo, menzogne e viltà?

Non è credibile; la vostra periodica pantomima avrà
il suo fisiologico termine. Come coerenza impone;
senza ipocrisie.

Buon passato Natale del vostro Salvatore; che da
2016 anni litiga con il padre suo.
Buona digestione.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 26/12/2016 alle 20:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 dicembre 2016

Hokusai-San

L'aquilone; il modo con il quale ancoriamo le nostre vite al cielo.
I ciechi sognano il buio; i sordi, il silenzio.




Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 21/12/2016 alle 11:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio       
 
 




blog letto 89565 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


CERCA