.
Annunci online

Ricciotti
Neo Zotico Inferiore


Diario


1 maggio 2019

Nel Calendimaggio che incombe

Un giorno come un altro.
Mi sono fatta una passeggiata di tre ore per i prati intorno
ove abito. Nel silenzio. Con poca pioggerellina.
Mentre tornavo a casa, ho visto in mezzo a via della Sorbona
uno scarabeo che transitava. Rischiando la sua vita; morte certa, anzi.
Allora ho guardato la strada; un'automobile stava arrivando.
Ho fatto segno di fermarsi ed ho raccolto lo scarabeo.
La donna alla guida ha osservato tutto; ha accostato a destra
la sua autovettura ed è scesa.

"Mi hai chiesto di fermarmi per salvare cosa?".
"Uno scarabeo".

Allora mi ha abbracciato d'impeto, dicendomi "Amore mio".


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 1/5/2019 alle 17:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 marzo 2019

Ad usum Delphini

Il fascismo, non è il saluto romano a mano tesa; indossare
i calzoni alla zuava od il fez. Il fascismo non sono le rabbiose
adunate nelle piazze. Tutto ciò è solo folklore.
Una pantomima riservata ai ritardati mentali.

Quando si parla e si scrive di fascismo spesso si intende
di un fenomeno politico nato negli anni venti del 1900, per
arrivare a quelli con le teste rasate ed il saluto romano
dei giorni nostri. Quella è
soltanto l'idealizzare un fenomeno
che prima che politico, è sociale; prima che sociale, è
interpersonale.

Il fascismo come dottrina politica, è la trasposizione sul piano
pubblico di un rapporto basato sulla coercizione, sulla
prepotenza e sulla violenza.
Sulla identificazione in un gruppo, sulla trasformazione
del leader in capo.

Il fascismo è corporativismo, è la sublimazione del rapporto
gerarchico, della verticalità nelle relazioni, del prevalere
del più forte sul debole.

Il fascismo sta nell'imporre la propria idea su coloro che fascisti
non sono, e con la preventivata violenza.
A non mettere mai in discussione le proprie opinioni.

Il fascismo è assenza di diversità, è omologazione, è branco,
è maschilismo; è un colore a tinta unita, è "il colore della mia
pelle è più chiara della tua", e siamo nemici per questo.

Il fascismo è spersonalizzazione dell'individuo e la sua
forzata identificazione in un gruppo.
E' il nemico di qualsiasi cosa che sia fuori dal proprio
steccato. E' la divisione degli esseri umani in categorie.

Il fascismo è il germe della violenza che fiorisce in idea
politica e di società. Il fascismo è l'incapacità di amare,
di immedesimarsi nel prossimo, di vedere nelle differenze,
l'unità.

Il fascismo è esaltazione della spirale di distruzione e morte
insita in ognuno di noi.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 11/3/2019 alle 18:13 | Versione per la stampa


13 febbraio 2019

La botola nichilista

Non mettetevi a cercare "l'anello mancante", tra i fossili;
questa nostra specie animale, si è allontanata dai suoi
scimmieschi progenitori solo quel tanto che basta per

sistemarsi davanti ad uno schermo artificiale qualsiasi
e scambiarsi quella cosa lurida chiamata "denaro".

No; non siamo transitati alla specie "Uomo".

Gli anelli mancanti sono sempre stati qui, ed assommano
oggi a circa 8 miliardi di esemplari.

L'Uomo, sarà una cosa seria e meravigliosa.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 13/2/2019 alle 8:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 gennaio 2019

Da qui a lì

Per quei passatempi da minus habens che hanno nome
di religione, quello della vita come essere umano
è una sorta di metastato - un periodo da passare come crisalide -
che termina con una metamorfosi nel fulgore della divina gloria.

Da bruco a farfalla, per intendersi.

Eppure io sono convinto che ci si possa ritrovare a vestire i
panni di una Sarcophaga Carnaria, che sempre di ali è dotata.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 23/1/2019 alle 13:37 | Versione per la stampa


12 gennaio 2019

Pre-lemma di Allen al Teorema di Woody

Avevo deciso di diventare definitivamente un
incorruttibile dirigente sindacale; ma sono stato
emarginato perchè richiedevano che fossi alto
almeno 1,85 e dotato di 10/10 di vista.

Allora preso dal furore, mi candidai come
spietato dirigente aziendale!

Ma mi rifiutarono: Pretendevano che fossi alto
almeno 1,85 e dotato di 10/10 di vista.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 12/1/2019 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


30 dicembre 2018

Il racconto del remoto esilio - due

E sommariamente sobio fui, per volontà o distrazione;
sebbene ebbro nel soave languore dei sensi.
Confuso dalla passione per il turbine di morbide forme,
dalle corvine trecce, vestita.
Persi fummo nel vagare attraverso la remota Città senza Nome;
fra i distanti e titanici colossi, lungi dalla sognata M'nar.

Ampi e silenti anfiteatri, risuonavano dei nostri lievi passi;
ombrosi anfratti, coevi delle stelle, carezzavano i nostri corpi;
e le metafisiche costruzioni, dalle arabesche facciate,
miravano indifferenti, siffatte novelle parvenze in
vitali forme.

"Trattieni il tuo passo", mormorò il Gatto Guardiano,
all'ingresso del tempio proibito di Bastet.



Alf


(continuerà, forse)




permalink | inviato da Ricciotti il 30/12/2018 alle 17:1 | Versione per la stampa


28 dicembre 2018

Nel culto dell'ostrica blu

E' quasi mezzanotte, ci sussurra l'orologio.
Alcune gocce di Luna piovono, quali urticanti essenze
sopra il nostro viso.

Ma la mia ragione vola via, come fosse un piccolo usignolo
trascinato dai quattro venti; quale delicato graffio d'oro ed argento
nel mese di maggio.
Ma ora la sabbia e la pioggia, ne asciugheranno la maggior parte.

Andai via.
Sono andato via.

Vieni "M" amore mio, facciamo una passeggiata sulla
spiaggia; so che presto sposerai l'uomo della tua
sicurezza e della tua disciplina.

E così saprai da dove spira il vento.
Non te lo dissi mai, vero?
L'origine delle genuine tempeste.
Solo il posto dove irrimediabilmente Incontrarti,
e dimenticarti.

Sai bene che ne morirò.
E se dopo mi incontrerai di nuovo,

ascolterai solo del fiato, pieno di inutili parole.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 28/12/2018 alle 9:23 | Versione per la stampa


23 dicembre 2018

Il racconto del remoto esilio

Tanti millenni sono ormai trascorsi; e di di anni,
almeno diecimila, da quel giorno che commisi
quel crimine orribile e gli Dei mi condannarono
a vagare nel mondo per l'eternità ed a raccontare
la mia storia senza essere da alcuno, creduto.

E fu nella perduta e celata M'nar, che mi inabissai nel sogno;
traversando le deserte e purpuree distese sabbiose, sotto
i suoi Soli gemelli.
Edificai lì un palazzo di floreali, variopinte e profumate delizie;
laddove l'Alf, il sacro fiume dalle cristalline acque,
con placido indugio correva verso il Mare Ruggente.
Tra grotte di smeraldi e d'onici caverne,
sterminate e lucenti; in ampie miglia di
morbido suolo, vi posi ai limiti mura di alabastro
e svettanti torri di candidi marmi ed iridei graniti.

Vi erano in M'nar meravigliosi giardini tra
piccoli ruscelli tintinnanti; e flessuose piante
con inebrianti resine d'incensi.
Ed antichi boschi; antichi e tranquilli come
le montagne, c'erano nella mia M'nar.

E venne il giorno che la terra si scosse;
che il suolo mai visitato da alcuna Luna
calante, dei languidi sospiri di una donna
si riempì.

In qual romantico abisso, precipitò allora M'nar!

Nè betulla o cedro, nè ligustro o quarzo porporino,
poterono nulla - e tantomeno, vollero - avverso lo
scatenarsi dei tumultuosi sensi.
...

(continuerà, forse).

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 23/12/2018 alle 12:27 | Versione per la stampa


21 dicembre 2018

Epistemologia

Tu prendi un orologio, lo osservi ed affermi:
"Con questo strumento, sto misurando il tempo".

Ed invece no.

Tu stai misurando uno spazio; lo spostamento delle
lancette sul quadrante dell'orologio.


Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 21/12/2018 alle 21:21 | Versione per la stampa


11 dicembre 2018

In affanno

Non faccio in tempo a prepararmi ed abituarmi al peggio,
che già arriva il pessimo.

Alf




permalink | inviato da Ricciotti il 11/12/2018 alle 10:2 | Versione per la stampa
sfoglia     marzo       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


CERCA